Sarà che dopo tanti anni le idee di Bruno Munari, Maria Montessori e Loris Malaguzzi hanno finalmente trovato uno spazio ed una forma che permette la più ampia diffusione possibile, sarà che la bellezza non muore mai e l’arte sopravvive sempre al tempo e sarà forse perché le opere d’arte non cambiano mai squadra; cosicché dallo scorso 15 marzo è arrivato nelle edicole Artonauti, l’album di figurine dedicate al mondo dell’arte. Nato da un’idea di Daniela Re e Marto Tatarella, edito da WizArt e finanziato da Fondazione Cariplo, il giornalino si compone di 64 pagine, 28 illustrazioni e 216 figurine interamente dedicato al mondo della storia dell’arte. Ma Artonuati è molto più di un classico album, anzitutto in ogni pacchetto è presente anche una twin-card con un’opera, in questo caso occorre trovare le tutte le carte gemelle per poter giocare a Memory con i capolavori del mondo. Inoltre Daniela Re (insegnante di lingua inglese e terapista del metodo Feuerstein) e Marco Tatarella (che da undici anni alla guida di WizArt, si occupa di libri d’arte, architettura, periodici di musica) hanno sviluppato e realizzato il loro progetto come una sorta di viaggio-avventura attraverso il tempo, seguendo le tappe principali della storia dell’arte, accompagnati da Ale e Morgana e dal loro fedele amico Argo. Come viene spiegato sul sito web di Artonauti  “in questo risiede il suo carattere innovativo: ricorrere a un gioco conosciuto da tutti i bambini animandolo con contenuti originali ed educativi. L’Arte è alla portata di tutti anche dei più piccoli, che stimolati con contenuti pensati per loro, sono in grado di appassionarsi ai grandi artisti della storia come fossero eroi o amici di sempre”